Home » Fotocamere Bridge Panasonic

Fotocamere Bridge Panasonic

Filtri
Resetta

Fotocamere bridge Panasonic: un modo rivoluzionario di fare fotografia

Quando partecipi ad una festa, ad un evento speciale, ad un viaggio indimenticabile o semplicemente trascorri momenti piacevoli con chi ami, le fotocamere bridge Panasonic sono qualcosa che non dovrebbe mai mancare al tuo fianco.

Panasonic è un’azienda giapponese tra le più celebri e riconosciute nel campo dei prodotti fotografici, che ha festeggiato i suoi 100 anni nel 2018, ma si può affermare con certezza che non è mai stata più giovane e vitale. Migliorando con gli anni e diventando una vera e propria autorità del settore, contribuendo al progresso tecnologico in campo visivo come poche altre aziende nel mondo, oggi Panasonic è in grado di donarci alcune tra le apparecchiature più rinomate nell’ambito della fotografia, tra cui per l’appunto le fotocamere Panasonic bridge.

Dopo il 1990, hanno trovato sempre più diffusione i modelli di fotocamere bridge che, come possiamo dedurre dal nome (dall’inglese, “ponte”), sono state progettate per costruire un collegamento tra il mondo pratico e comodo delle fotocamere compatte e quello altamente tecnico e specializzato delle reflex. Si tratta, quindi, di macchine fotografiche ideali sia per i più esperti, che non vogliono rinunciare alla qualità elevata, sia ai novellini, che si stanno avvicinando a questo campo e hanno poche competenze, ma non vogliono rinunciare per questo a foto e video di qualità.

Le fotocamere bridge Panasonic hanno l’enorme vantaggio di avere uno zoom (grandangolo o normale) che non ha niente da invidiare ad un teleobiettivo di dimensioni medie, garantendo quindi elevata distanza focale, ampia gamma di valori ISO e varie modalità di esposizione manuale per chi possiede già delle buone conoscenze tecniche, ma anche funzioni automatiche degne di nota.

Panasonic ha lanciato negli ultimi anni le Panasonic lumix bridge, un progetto di fotocamere bridge che sta letterlamente rivoluzionando il mondo della fotografia, unendo un sistema mirrorless al formato MFT, ovvero “Micro Four Thirds” o Micro Quattro Terzi, caratterizzato da obiettivo intercambiabile, che rende l’apparecchio molto versatile per differenti occasioni, e un mirino elettronico (cosiddette fotocamere EVIL, ovvero Electronic Viewfinder Interchangeable Lens).

Vediamo quindi nel dettaglio cosa ci offre Panasonic con questo nuovo sistema.

Fotocamere bridge Panasonic: caratteristiche

Il sistema bridge lumix sta ormai da qualche anno rivoluzionando il mondo della fotografia digitale, unendo la possibilità di fare fotografie di qualità eccezionale, senza rinunciare al divertimento o senza dover necessariamente essere dei fotografi professionisti.

Panasonic ha unito questa tecnologia alle proprie mirrorless, offrendo sul mercato alcuni tra i modelli di fotocamere bridge tra i migliori disponibili, grazie all’implentazione della tecnologia 6K/4K, che permette scatti rapidi ad alta risoluzione, l’opzione Post Focus che mette a fuoco un’immagine anche dopo lo scatto, e l’innovativo utilizzo delle lenti asferiche che rendono gli obiettivi di queste fotocamere incredibili.

Le dimensioni ridotte e la compattezza estrema, la riduzione della distanza focale e, quindi, del raggio di montaggio, permettono un utilizzo semplificato e intuitivo.

Le fotocamere bridge Panasonic presentano Live MOS, l’innovativo sensore che può raggiungere le medesime prestazioni di un sensore CCD, consumando molta meno energia, mentre il processore di immagini Venus Engine riduce il rumore di utilizzo e amplifica la definizione di immagine e la velocità di risposta.

Il sensore giroscopico ad alta precisione stabilizza la ripresa, rendendo le vibrazioni impercettibili sia nelle foto che nei video.

Il sistema AF traccia i movimenti dei soggetti inquadrati permettendoti di non perderli mai di vista, soprattutto in caso di azioni imprevedibili come quelle di un bambino che gioca, di un uccello selvatico o di un atleta in gara. Il sistema AF unito con quello DFD (Depth From Defocus) permette di mantenere a fuoco l’immagine anche in caso di spostamenti repentini dell’apparecchio o dei soggetti inquadrati, il focus infatti si adeguerà istantaneamente a qualsiasi cambiamento di inquadratura.

La tecnologia 4K e 6K, infine, permette di effettuare riprese video in Full HD e di scattare sequenze illimitate, ideali per non perdere neanche un secondo dell’azione, ma permette anche di ricavare singole foto in alta risoluzione da estrapolandole dai video. Rendi possibile l’impossibile: il futuro è nelle tue mani.

Sei ancora indeciso sui modelli? La gamma di fotocamere bridge presenti sul nostro sito Focusmart non si ferma qui, scopri anche alle fotocamere bridge Canon!