Fotografare fuochi d’artificio con reflex: 10 piccoli segreti

Categorie: Guide e consigli
Fotografare fuochi d'artificio con reflex: 10 piccoli segreti

Adori i fuochi d’artificio e vorresti fotografarli con la tua fotocamera reflex?

Seguendo questi dieci piccoli trucchetti, i tuoi scatti saranno degni del fascino, dei colori e delle forme che caratterizzano questi magnifici spettacoli pirotecnici.

1. Studiare la posizione per l’inquadratura

Il primo passo per iniziare a fotografare i fuochi d’artificio con la reflex, in modo che il risultato sia all’altezza di un professionista, è quello di studiare la posizione migliore per l’inquadratura.

Informarsi anticipatamente sul luogo in cui si svolgerà l’avvenimento pirotecnico rappresenta la soluzione migliore per avere modo di cercare una zona elevata e che si trovi ad una distanza di circa due chilometri. Aiuterà ad avere una prospettiva migliore rispetto a quella che avresti avuto fotografandoli dal basso verso l’alto, ottenendo di conseguenza un’immagine dalle proporzioni bilanciate.

2. Rendere lo scatto più accattivante

Fotografare esclusivamente i fuochi d’artificio potrebbe dare vita ad una foto con poco carattere. Quello che più arricchirà il tuo scatto sarà includere nell’immagine anche un dettaglio in grado di farli risaltare.

Potresti catturare un bel monumento, un castello o semplicemente una parte del panorama. L’effetto finale sarà sicuramente più magico.

3. Evitare il vento

Scattare la foto da una posizione colpita dal vento potrebbe condurre il fumo che proviene dallo spettacolo pirotecnico davanti all’obiettivo, compromettendo la qualità dell’immagine, la quale tenderà ad essere offuscata e poco nitida.

Assicurati, quindi, di essere al riparo da questo fastidioso agente atmosferico.

4. L’importanza del cavalletto e del telecomando

Mantenere ferma tra le mani una reflex per un tempo più o meno lungo prima di scattare la foto potrebbe comprometterne la qualità, facendola apparire mossa e, di conseguenza, poco definita.

Per eludere questo problema arrivano gli ausili del treppiede, per garantire la stabilità della macchina, nonché del telecomando per gestirne lo scatto da remoto.

5. Escludere l’utilizzo del flash

Attivare il flash in questa situazione non farà altro che far apparire bui i tuoi scatti.

Devi sapere, infatti, che questa opzione serve soltanto nei casi in cui si desidera attribuire maggiore luminosità al soggetto inquadrato; in questa circostanza è già naturalmente presente nei fuochi d’artificio.

6. Impostare gli ISO bassi

Come per il flash, anche gli ISO alti servono a poco. Infatti, i fuochi d’artificio emetteranno già di per sé la luce necessaria affinché i dettagli della fotografia risultino ben visibili.

Quindi, seppure in presenza di uno scenario notturno, non esiste la necessità di catturare una maggiore quantità di luce. Anzi, al contrario, utilizzare gli ISO alti porterebbe ad un risultato peggiore, ovvero alla sovraesposizione luminosa e, di conseguenza, alla bruciatura dell’immagine.

7. Stop alle impostazioni automatiche

Le funzioni preimpostate, come ad esempio l’autofocus, andrebbero disattivate a favore di quelle manuali.

Ti consiglio, quindi, di regolare preventivamente la messa a fuoco e di provare a realizzare qualche foto, in modo da riuscire a valutare bene la resa, ingrandendo l’immagine al massimo.

8. Impostare i diaframmi

Regolare adeguatamente i diaframmi impostandoli attorno a f/9 oppure f/11 è altrettanto fondamentale per mettere bene a fuoco tutto lo scenario. Potrai godere di un’immagine nitida e ben calibrata.

9. Quando eseguire lo scatto

Un altro importantissimo dettaglio che contribuisce ad una buona resa della fotografia, è eseguire lo scatto qualche istante prima che il fuochi d’artificio esplodano, facendo attenzione a protrarre il tempo fino al loro termine.

Prova, quindi, ad impostare un margine compreso tra i 4 e i 15 secondi, dal momento che ogni fuoco d’artificio presenta una durata variabile.

Se non dovessi riuscire a catturarlo in modo completo, in base al risultato potrai aprire maggiormente il diaframma e aumentare gli ISO se la foto risultasse troppo scura, o eseguire le operazioni inverse nel caso in cui apparisse eccessivamente chiara.

10. Impostare la modalità Bulb

Ultimo dettaglio, ma non per importanza, il modo migliore per gestire la tua reflex è impostare la modalità Bulb. Ti consentirà di evitare le vibrazioni gestendola per mezzo di un telecomando e potrai persino regolare l’intera durata dello scatto. In questo modo avrai, infatti, il pieno controllo su ogni funzione, potendo puntare alla massima resa della fotografia.

Seguendo questi piccoli segreti, fotografare i fuochi d’artificio con la tua reflex sarà molto più semplice e d’effetto. Potrai ricordare le emozioni di quegli attimi e riviverle come se fossi ancora lì.

Alcuni prodotti in offerta

Alcuni prodotti in evidenza

Menu